Vampiri, stereotipi e teatro

PDF Stampa

SeMiMordiMiInnamoroLiveSuccesso a suon di repliche per lo spettacolo “Se mi mordi mi innamoro"

CIVITAVECCHIA - Un vampiro in aperta lotta con tutti gli stereotipi sugli “immortali succhiasangue” che hanno nutrito e tuttora nutrono le leggende dattorno, in equilibrio (sovente instabile) tra realtà e invenzione. Questo si vede irrompere in casa, Lucia

- una giovane che sembra essere tutta selfie e chat con l’amica del cuore. Da quel momento: ritrosie, confronti, avvicinamenti, fino a un coinvolgimento emotivo più naturale di quanto si potesse credere. “Se mi mordi mi innamoro”, attraverso diverse citazioni e riflessioni fatte arrivare al pubblico soprattutto grazie alla palese simpatia dei due personaggi, interpretati rispettivamente da Simone Luciani (altresì autore del testo e regista) e Sara Gianvincenzi (fortissima e perfettamente calatasi nel ruolo), denota - oltre alla bravura degli stessi - una notevole cifra culturale. Uno spettacolo teatrale nuovissimo, il suddetto, che - prodotto dalla Blue in the Face e avente quale aiutoregia Matteo Schiavo - ha riscosso un meritato successo con repliche a stretto giro presso il Nuovo Sala Gassman di Civitavecchia, il Civico di Rocca di Papa e il “Delia Scala” di Bracciano.  

Questo sito utilizza cookie per le sue funzionalità; scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie LEGGI INFORMATIVA PRIVACY.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information