Developed in conjunction with Ext-Joom.com

politica

Traduttore

Non solo Spread

Newsletter

“La rivoluzione del buon senso”

PDF Stampa Email

La Consigliera Alessandra Riccetti aderisce alla Lega

CIVITAVECCHIA - Più d’un qualcosa si era percepito già in occasione del comizio tenuto mesi fa da Matteo Salvini presso la locale Galleria Garibaldi. Stamani,

con il proprio arrivo in Aula Cutuli alle 11.45, l’ufficializzazione: la Consigliera Comunale Alessandra Riccetti (ex Movimento Cinquestelle e, a questo punto, anche ex Gruppo Misto) ha aderito alla Lega che ha prescelto il suddetto quale futuro Premier. <<Una scelta di campo importante, quella di Alessandra, che conferma come il nostro sia un progetto politico in ascesa che ci vedrà protagonisti e vincenti>> - è stato il commento di Alessandro D’Amico in vista delle Elezioni Regionali e Politiche ma anche delle Amministrative. <<Da sempre penso che la Politica sia una cosa seria perché va ad impattare sulla vita dei cittadini e che la stessa debba essere svolta con coerenza>> - quello della neo arrivata in un Movimento che si propone di rappresentare tutti i cittadini, difendendo (singolarmente o in Coalizione) <<identità, storia, cultura e tradizioni italiane>> tramite <<la rivoluzione del buon senso>> (come affermato rispettivamente da Francesco Zicchieri e Barbara Saltamartini), grazie alla vicinanza programmatica dell’Ugl ed il supporto, nella nostra città, altresì di Patrizio Carraffa ed Enrico Zappacosta. <<Siamo pronti per gestire e governare il Comune, la Regione e la Nazione>> - ha ribadito William De Vecchis nel dare il benvenuto altresì a Claudio Durigon e ad <<una Lega non più confinata in Toscana>>. Lavoro e Welfare, le dichiarate priorità oltre allo stop all’immigrazione clandestina. E nello specifico di Civitavecchia, questi i punti di contatto con la nuova rappresentante in Consiglio: No a Cara, Sprar, Forno Crematorio e progetto di Fiumaretta.

Servizio e foto di PIetro Cozzolino - Riproduzione riservata

Articolo correlato: http://www.lacivettadicivitavecchia.it/politica-2/10580-crocieristi-si-clandestini-no

 

 

Questo sito utilizza cookie per le sue funzionalità; scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie LEGGI INFORMATIVA PRIVACY.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information