banner
banner

Developed in conjunction with Ext-Joom.com

attualità

Traduttore

Non solo Spread

Newsletter

Contatore

Visite agli articoli
12695887

Premiata “la Pizza della Gentilezza”

PDF Stampa Email

PizzaDellaGentilezzaMomento pubblico presso la Sala Stampa del Comune di Civitavecchia

CIVITAVECCHIA - Un sorriso e una mano tesa, per portare anche a chi soffre piccoli piaceri. Come la Pizza della Gentilezza, che ogni settimana viene recapitata da un Imprenditore civitavecchiese del settore all’Hospice “Carlo Chenis”.

Per questo l’Amministrazione comunale ha voluto premiare, attraverso l’Assessorato alla Gentilezza di recente creazione e la Presidenza del Consiglio, il signor Guido Coccioloni di Villa Rosy, durante un momento pubblico in Sala “Maria Grazia Cutuli”.
Commenta l’Assessore ai Servizi sociali (con delega alla Gentilezza) Cinzia Napoli: <<Siamo davanti ad un esemplare gesto di gentilezza, cioè all’impegno periodico per i pazienti dell’Hospice. La pizza piace a tutti e tutti dobbiamo essere grati per questa sensibilità, che ci auguriamo possa essere sempre più contagiosa nella nostra generosa comunità>>.
La Direttrice generale dell’Asl Roma4, Cristina Matranga, che ha voluto essere presente alla consegna della targa firmata dal Sindaco Ernesto Tedesco: <<È una iniziativa bellissima, un momento importante di condivisione e di attenzione verso la struttura, gestita con amore e professionalità dal dottor D’Andrea, dalla dott.ssa Cuomo e da tutto lo Staff. Dopo il murales recentemente realizzato e le belle parole del Vescovo Ruzza, registriamo un altro gesto di grande valore sociale, nel segno della gentilezza>>.
Per la Presidente del Consiglio comunale Emanuela Mari: <<La presenza della Direttrice Matranga dà il giusto riconoscimento alla iniziativa della famiglia Coccioloni, che si è sempre distinta in fatto di solidarietà ed anche alla struttura che si prende cure amorevoli di chi soffre>>.
Ecco invece le parole dello stesso Guido Coccioloni: <<La mia è una risposta spontanea all’umanità che ho riscontrato all’interno dell’Hospice “Chenis”, toccata con mano durante la malattia di un caro familiare. Fu però il compianto amico Mauro Nunzi, esprimendo il desiderio di una pizza, a far nascere l’idea che abbiamo poi portato avanti>>.

Foto gentilmente concessa

 

 

Questo sito utilizza cookie per le sue funzionalità; scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie LEGGI INFORMATIVA PRIVACY.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information