Developed in conjunction with Ext-Joom.com

attualità

Traduttore

Non solo Spread

Newsletter

Contatore

Visite agli articoli
11739359

“Sono antifascista, convintamente”

PDF Stampa Email

AlesssandraLecisAnpiAlessandra Lecis: <<Come educatori abbiamo una grossa responsabilità nei confronti delle future generazioni>>

CIVITAVECCHIA - Alessandra Lecis: <<Ieri è stato organizzato a Civitavecchia il primo congresso Anpi e, come iscritta, ho avuto l’onore e il piacere di partecipare.

Gli interventi che si sono susseguiti sono stati tutti molto interessanti: non è possibile pensare, infatti, che la lotta ai pensieri e alle azioni fasciste passi solo attraverso le parole. Bisogna impegnarsi, combattere, soprattutto oggi dove sembra imperare un modus operandi fatto di gesti intolleranti e sprezzanti delle varie diversità che sembrano più spesso impadronirsi della nostra quotidianità. Ho parlato da docente. E non facendo la “lezione”, ma semplicemente dicendo che come educatori abbiamo una grossa responsabilità nei confronti delle future generazioni. Assieme alla famiglia, primo vero luogo di educazione, dobbiamo portare i nostri ragazzi a conoscere la storia, sapere quanto ci è costato raggiungere questa democrazia, parlare di diritti, inclusione, tolleranza. Io cerco di insegnare questi concetti ogni giorno. Credo che il mio sia il mestiere più bello del mondo e sono antifascista, convintamente. I miei bambini non lo sanno perché sono ancora piccoli e non potrebbero capire il significato, ma se a scuola li educo alla tolleranza, all’accettazione della diversità, all’inclusione, allora forse, in maniera indiretta, è educarli a qualcosa di più profondo. Lo sono convintamente, sottolineo, per scelta personale, ma anche se non lo fossi di mia sponte, lo dovrei essere, facendo un mestiere come il mio, l’insegnante, per cui la mia è proprio una fedeltà al patto costituzionale, che è ciò che fa sì che la nostra comunità si possa dire tale, che mi obbliga per certi versi a essere antifascista, anche se non ne fossi profondamente convinta, come poi invece sono. È questo il nostro impegno: continuare a lottare contro i pensieri pieni di odio e intolleranza. Continuare a resistere, sempre. Perché come diceva il grande Gramsci, non possiamo essere indifferenti… l’indifferenza è abulia, parassitismo>>.

Foto gentilmente concessa

 

 

Questo sito utilizza cookie per le sue funzionalità; scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie LEGGI INFORMATIVA PRIVACY.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information